POLITICA E SOCIAL NETWORK

La chiassosa battaglia a colpi di “like”

Abbiamo da pochi mesi visto concludersi una tra le più accese campagne elettorali che la “storia politica trinese” possa ricordare. Probabilmente un fattore distintivo della battaglia politica è stato il ruolo giocato dai Social Network: sono stati abbandonati bar e piazze per spostare le calde argomentazioni sulle più attive piattaforme social. Ci piacerebbe sapere cosa ne pensano il Sindaco Daniele Pane, l’ex Sindaco Alessandro Portinaro, Nicola Bruno per i Cinque Stelle e Alberto Mocca per la Lega. Abbiamo chiesto loro liberamente: cosa ne pensate della politica dibattuta sui Social? «Tutti i politici ne fanno uso, d’altra parte è chiaro che sia la nuova comunicazione e che ognuno cerchi di essere il più presente possibile» ci dice Bruno, sostenendo che questa presenza così forte facilmente crea come contraccolpo frequenti incomprensioni. Addirittura, afferma Mocca, «probabilmente l’utilizzo pianificato, ma continuo, dei social come mezzo di comunicazione immediato da parte del Premier Salvini, ha in qualche modo agevolato un così largo consenso tra gli italiani, andando a superare quegli ostacoli editoriali che ancora imbavagliano il pensiero dei singoli partiti, rendendo più fruibile la notizia».
Quello che invece sostiene il nostro Sindaco Daniele Pane, è il privilegio indiscusso e tempestivo dell’utilizzo dei Social, perché «è possibile comuni- care quasi in tempo reale e avere una relazione più diretta con la popolazione» rimandando però, al contempo, ad un uso più civico ed intelligente di tale mezzo. Il richiamo alla civiltà riecheggia anche nelle dichiarazioni di Alessandro Portinaro che auspica che «i social possano essere uno strumento per riavvicinare le persone alla partecipazione e alla passione civica». Sicuramente le interpretazioni di tale partecipazione possono divergere, ma, come tiene a precisare Nicola Bruno, «bisogna cercare di fare meno titoli, parlando chiaramente alle persone, usando meno frasi “politichesi” e senza ricorrere all’uso di frecciatine inutili».
Alessandro Portinaro
analizza la situazione interna alla società trinese evidenziando che «è capitato in campagna elettorale, e ancora di recente, che si siano superati certi limiti di educazione e rispetto. Se questo è sempre negati- vo – continua- lo è ancora di più in una comunità di poco più di 7000 abitanti, in cui ci si conosce quasi tutti». È ancora sull’argomento della buona educazione che insiste il Sindaco Daniele Pane spiegandoci il concetto di “Netiquette”, ovvero il galateo di Internet, sottolineando l’importanza che deve aver una formula di educazione per tutte le persone che navigano su Internet, politici e politicanti compresi. Evidenziando come proprio nelle vesti di Sindaco stia «applicando e utilizzan- do i social come strumento di efficace comunica- zione e di promozione del nostro Comune, seguendo regole e forme adeguate nel rispetto pubblico». Conclude l’argomento Alberto Mocca rilanciando «l’utilità di un mezzo così potente a livello di informazione, al punto da riuscire a coinvolgere un così ampio raggio di utenti tanto da sovrastare l’editoria stessa».

A noi che leggiamo e postiamo sul web ciò che sicuramente rende il valore aggiunto ed il vero peso ad ogni parola rimane la tangibilità dei fatti e la coerenza di quanto decidiamo di leggere o non leggere… ma esiste la possibilità che, un pizzico di gossip e pettegolezzo, possano render- la leggermente più accattivante perché, per citare L. Tolstoj, «sparlare degli altri piace così tanto alle persone, che è molto difficile trattenersi dal condannare un uomo per far piacere ai nostri interlocutori»! Ciò che la dice lunga su quegli scrittori appassionati che, mischiati ai lettori distratti della domenica mattina, richiedono dietro arroganti tastiere di essere leciti difensori di una politica ormai quasi prêt-à-porter.

Di Veronica Fanzio 


Un pensiero su “POLITICA E SOCIAL NETWORK

  1. Il rispetto e l’educazione devono essere i valori preminenti anche nelle dispute politiche. Anche quando la polemica si fa accesa non si deve mai perdere il controllo. Sono i contenuti che hanno valore e gli obiettivi a migliorare la qualità della vita dei cittadini. La polemica e la contrapposizione recano quasi sempre danni ulteriori. Un confronto pacato, costruttivo e convergente agli interessi della cittadinanza sono la miglior premessa per fare in salto di qualità!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.