GABRIELE GIOLITO FERRARI: UNA STORIA TRINESE

La Divina Commedia e quell’aggiunta in tipografia…

Nel 1555 un tipografo trinese trasferitosi a Venezia cambiò il corso della letteratura italiana e mondiale. 

Grazie a un’intuizione di Gabriele Giolito de’ Ferrari la Commedia o, meglio ancora, Comedìa di Dante venne intitolata per la prima volta Divina Commedia.

Ma come arrivò il nostro tipografo a questa aggiunta, accettata in seguito da tutto il mondo? Gabriele nacque a Trino probabilmente nel primo decennio del Cinquecento e, da buon primogenito, scelse di proseguire l’attività tipografica del padre Giovanni. Egli ereditò l’azienda del padre in zona Rialto a Venezia, il maggior centro tipografico italiano, e conservò la marca tipografica (lo stemma utilizzato dallo stampatore per contrassegnare i suoi libri) della famiglia, la fenice che risorge dalle fiamme. Gabriele era un uomo coltissimo, conosciuto e ammirato dagli uomini di cultura di Venezia, ma anche eclettico e innovativo: mentre il padre Giovanni, prima a Trino e poi a Venezia, preferì stampare soprattutto libri in latino e manuali di diritto e medicina per studenti universitari, Gabriele scelse il volgare, cioè l’italiano, in libri eleganti ma non costosi, alla portata di un pubblico molto ampio e del mercato nazionale. Gabriele stampò tutti i più grandi libri della sua epoca e dei secoli precedenti: le Rime di Petrarca, il Decameron di Boccaccio, l’Orlando furioso di Ariosto e, ovviamente, la Commedia (in due edizioni a distanza di quasi vent’anni, nel 1536 e nel 1555), per la prima volta dopo più di due secoli “divina” anche nel titolo. La produzione di veri e propri best-sellers, come li chiameremmo oggi, fu il punto di forza del catalogo di Gabriele Giolito.

Da Trino provengono quindi non soltanto tantissimi tipografi e artigiani (Gerardo Zeglio, Vincenzo Portonari, i fratelli Pezzana), ma soprattutto i fondatori di una delle più grandi famiglie del libro del Rinascimento e della storia dell’editoria italiana.

di Federico Ottavis

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.